La magia del Presepe Vivente - LOVECetraro | Travel Blog
508
post-template-default,single,single-post,postid-508,single-format-standard,eltd-cpt-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,moose child-child-ver-1.0.0,moose-ver-1.7, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Tu X LOVECetraro | Racconti d’amore con i cetraresi

Con i miei amici dell’Associazione “In Cammino”

Hai presente quando dicono che noi del Sud siamo calorosi ed accoglienti? Appena hanno saputo che volevo scrivere un articolo sul Presepe vivente cetrarese, i miei amici dell’Associazione “In cammino” si sono attivati per raccontarmi, con tutto l’amore possibile, cos’è questo incantato evento da loro ideato e realizzato!
Ma avevo un problema: nel mio archivio fotografico nessuna foto a riguardo. Aiuto! 😢
Per fortuna la mia disperazione è durata poco grazie ai miei affettuosi compaesani fotografi e non, che si sono messi tutti insieme a frugare tra PC, hard-disk e pen-drive per aiutarmi!

Ed è così che oggi posso raccontarvi del Presepe vivente insieme a Stefano Porro, Mafalda Chiavazzo e Roger De Capua (Associazione “In Cammino”) e posso mostrarvi la magia di questo surreale evento grazie alle bellissime immagini di Stefano Cipolla, Antonio Camerlingo e Maria Giovanna Iacovo! 😃

Sai che questa è la 15a edizione del Presepe vivente? Eh già, sono ben 15 anni che i membri dell’Associazione rievocano, durante il periodo natalizio, i suggestivi momenti della natività, regalando alla nostra Cetraro un’atmosfera unica nel suo genere. E non poteva esserci scenario migliore per questa rappresentazione se non quello della contrada San Filippo, che col mare alle spalle rende lo scenario ancora più bello!

© Antonio e Maria Giovanna

 

La cosa che più mi fa emozionare è vedere come cetraresi di ogni età incarnino perfettamente i personaggi e i luoghi della tradizione…

© Stefano

 

Se solo penso a ogni volta che varco l’ingresso del presepe, già mi emoziono. Muovo il primo passo lungo il percorso realizzato tra vecchi sentieri e all’improvviso tutto si trasforma: la realtà frenetica e moderna la lascio alle spalle e i miei occhi non vedono altro che la luce di pace di Betlemme.

© Stefano

 

Una Betlemme vissuta attraverso figure che ormai sono quasi un ricordo del passato: il taglialegna, il fabbro, il calzolaio, la tessitrice, il mugnaio, il contadino, il pastore.

© Stefano

© Stefano

 

E cosa sarebbe Betlemme senza gli animali? Ecco spuntare nel percorso cavalli, mucche, capre, pecore e galline… sono così adorabili!

© Antonio e Maria Giovanna

 

Ma non può esistere città o villaggio senza autorità e qua e là nei sentieri si possono incontrare soldati romani intenti a mantenere l’ordine!

© Stefano

 

Aspetta… lo senti questo profumo genuino? Viene dalle piccole abitazioni dove le donne stanno preparando il pane, la pasta all’uovo, le tipiche crespelle, i taralli, i biscotti!

© Stefano

 

E tra un assaggio di pane appena sfornato e una carezza alla pecorella che pascola felice, mi sento in dovere di trattenere quasi il respiro e ammirare in silenzio questo scenario incantevole, come se non volessi rovinare il clima di pace e magia 😍

© Stefano

 

Ma per non perdere troppo il legame con la realtà c’è, tra i capanni, qualche mercatino con i nostri prodotti tipici cetraresi come fichi secchi, conserve, peperoncini, o il formaggio e la ricotta preparati al momento.

© Stefano

 

Alla fine del percorso, arrivo dai veri protagonisti della natività: in una caratteristica stalla con l’immancabile coppia di bue ed asinello, Giuseppe e Maria sono persi con gli sguardi verso il loro amato bambin Gesù da poco venuto alla luce. Inevitabile farsi pervadere dalla dolcezza del momento, incorniciato da una stalla così semplice ma che rappresenta una cosa così grande da non essere, forse, stimabile.

© Stefano

 

Nell’aria è così tangibile la passione con cui viene realizzato questo evento! Ora capisci perchè, tutti quelli che visitano il presepe vivente di Cetraro per la prima volta, ritornano puntualmente gli anni successivi? 🙂

E tempo di tornare alla realtà, ma con qualcosa di indimenticabile che questo Presepe vivente lascia nel cuore e nella mente: l’umiltà e la semplicità delle persone nel loro vivere il quotidiano, la natura e gli animali ci riportano indietro con il tempo dandoci la possibilità di riflettere e ricominciare da qui, per riscoprire i valori, il calore e la meraviglia della vita!

Non perderti il Presepe Vivente di quest’anno!

Gli orari di accesso sono 17:30 – 20:00. Quali giorni?

  • 26 Dicembre 2016: le autorità civili ed ecclesiali tagliano il nastro di ingresso, dando inizio alla rappresentazione
  • 1 Gennaio 2017: i soldati romani aprono le porte del percorso permettendo l’ingresso dei visitatori
  • 6 Gennaio 2017:  inizio rappresentazione | 19:30 partenza dei tre Re Magi con i cavalli che attraversano tutto il percorso del Presepe per arrivare davanti alla stalla della nascita, dove sostano in adorazione.

 

Per sognare ancora un po’, qui altre immagini di Stefano che non dovresti perdere! 🙂
(PS. se non riesci a visualizzare la gallery aggiorna la pagina col tasto f5! 😉 )

Questo slideshow richiede JavaScript.


Hai bisogno di informazioni per raggiungere Cetraro? Qui c’è quello che ti serve!

4 Commenti
  • Bellissimo il fatto che tu abbia riunito informazioni e foto grazie all’aiuto degli altri cittadini di Cetraro! Sai, non ho mai visto un presepe vivente dal vivo, ho guardato tutte le foto con molta curiosità e, wow, sembra davvero un evento ben organizzato e piuttosto realistico. Complimenti davvero!

    dicembre 22, 2016
  • Antonio fortunato Maccari

    Ciao sarebbe bello,poter vedere le foto del presepe bellissimo della chiesa madre.
    Oppure qualche video della processione del sabato Santo.
    Complimenti per il blog.

    febbraio 21, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.