Tu X LOVECetraro | Racconti d’amore con i cetraresi

Con i miei amici Tommaso e Salvatore

Chissà se è vero che gli angeli sussurrano agli uomini quando vanno a fare una passeggiata.  Una cosa è certa: quando ho bisogno di staccare momentaneamente la spina dal caos del mondo sono sicura che, se vado sul porto della mia città, posso attraversare una passerella sull’acqua per essere sorpresa da quel venticello tra i pontili che porta via tutti i miei cattivi pensieri!

Una città dall’antica tradizione marinara come Cetraro, come potrebbe esistere senza un porto, casa di tutti i validi pescatori che ogni notte affrontano il mare per sfamare le loro famiglie portando a tutti noi il buon pesce fresco?

E voglio raccontarti di questo magico luogo insieme al mio amico Tommaso Cesareo: chi meglio se non l’Assessore al Turismo potrebbe farlo? 🙂 Immerso tra la splendida spiaggia di Lampetia (su cui si impone la Torre di Rienzo) e la marinara località del Borgo San Marco, il porto San Benedetto è un accogliente e attrezzato punto di arrivo e partenza per le imbarcazioni di medie e grandi dimensioni.

Se ti dicessi… Marina Resort? Io penso ai tanti luoghi di mare che ho visitato nel mio viaggio lungo le coste della Florida, eppure questo è il nome della nuova darsena turistica del porto, che nulla ha da invidiare agli sfavillanti panorami d’oltreoceano (giuro, non sono di parte, amo la Florida! 😀 )

Quella enorme scritta fatta di pietre bianche di mare ti rimane impressa nel cuore! E proprio Tommaso mi ha raccontato che ad avere l’idea è stato il Dirigente dell’Ufficio del Porto Massimo Aita, realizzata poi grazie al progetto dell’ingegnere Nadia Pugliese e al lavoro sul campo di Gianpiero Ruggero. Va beh, dovevo assolutamente farmi una foto con questo sfondo! 😛

Con circa 600 posti barca (di cui il 10% è dedicato a chi vuole ormeggiare in transito) il porto turistico offre, tramite l’accogliente Ufficio del Porto, gli indispensabili servizi quali corrente elettrica, colonnine per acqua potabile e non, servizi igienici, parcheggio, stazione per il carburante e carroponte per il sollevamento delle imbarcazioni. (Per tutte le informazioni puoi andare sul sito web o chiamare l’Ufficio del Porto al numero 0982978274).

Tommaso mi ha raccontato di quando, ad Agosto dell’anno scorso, proprio dal porto è partito il primo servizio di turismo culturale “I miti di Ulisse”. Infatti, se tu volessi ascoltare l’affascinante storia di Cetraro cullato dalle onde del mare, dovresti salire a bordo della MobyDick guidata dal Capitano Francesco: che gioia per i turisti ascoltare il brioso cantastorie William raccontare le leggende sull’attuale località Lampetia, la storia della principessa Sikelgaita e della nostra cultura benedettina, incorniciati da un itinerario mozzafiato intriso dal mare silenzioso della notte. Pensa che alcuni di loro hanno anche fatto il bagno con le stelle che luccicavano in alto! (Per info: Parco “Tommaso Campanella”)

© Foto di William Gatto (Parco Tommaso Campanella) e Francesco Bencardino (Mobydick)

 

Sai che c’è qualcosa di davvero particolare che non ho ancora mai visto in nessun altro porto? Piccolo indizio: per parlartene ho fatto due chiacchiere col mio amico Salvatore Abbate, artista e professore al Liceo Artistico di Cetraro. Hai capito di cosa sto parlando? Mmmmm… secondo me no! E non perchè io non abbia fiducia nelle tue capacità intuitive 😀 ma perchè non puoi immaginare che, mentre sei lì sul porto a goderti quella pace regalata dalle barche a riposo nella darsena…  incontri, inaspettatamente, l’arte.

Mentre cammini tra i pontili, vieni infatti colpito all’improvviso dalla bellezza del mosaico Medusa, realizzato dai ragazzi del Liceo Artistico di Cetraro, guidati proprio dai prof. Salvatore Abbate e Fulvio Longo.  L’opera d’arte, realizzata con materiali offerti dalle aziende locali, è stata installata durante la “Giornata dell’Arte” del 3 giugno 2016 e credimi, dal vivo è davvero spettacolare!

 

Quel giorno i ragazzi hanno anche effettuato un’estemporanea di pittura: tavolozza di colori e pennelli alla mano, hanno dipinto le loro tele lasciandosi ispirare dal suggestivo ambiente che li circondava. Niente male come idea prof.! 😉

 

Aspetta! Non è mica finita qui! Circa un mese dopo, dal 6 al 12 luglio 2016, c’è stato un altro evento artistico  sul porto, a cura del Liceo Artistico di Cetraro: “Muro d’artista e scultura work in Progress”. A Cetraro sono arrivati cinque scultori internazionali provenienti dall’Accademia di Belle Arti di Roma (Oriana Impei, Emanuela Camacci, Rafail Georgiev Raffò, Solmaz Vilkachi, Dangyong Liu) e 10 mosaicisti (Meletios Meletio, Salim MirAlaiee, Raffaella Tommasi, Marco Picchi, Margo Michiko, Francesca Gentile, Federica Gaudioso, Stefania Vanni, Anna De Ruvo, Franco Caruso) che hanno lavorato dall’alba al tramonto per realizzare opere d’arte ispirate a Cetraro e al suo mare, trasformando il porto in un cantiere artistico vivo ed emozionante! E anche il 2017 è l’anno del “Simposio di scultura su Pietra” in cui 4 Artisti internazionali (Italia – Cina – Turchia e Svizzera) danno vita, sul lungomare di Lampetia, a statue in travertino e pietra di Grisolia per situarle poi sul porto.

© Foto di Oriana Impei (scultrice)

 

© Foto di SAM Salim Mir Alaiee Photography (mosaicista)

 

Ecco perchè la bellezza del porto è ora arricchita da 5 imponenti sculture sulla nuova darsena realizzate con la Pietra di Grisolia e 10 mosaici composti da migliaia di tessere saldamente cementati alle pareti del Molo San Giorgio.

E a quanto pare il nostro porto piace molto anche ai VIP.  Sa chi ha sostato tra i pontili di Cetraro con la sua imbarcazione privata? Massimo Boldi e anche Biagio Izzo. Ma sssshhhh… non diciamolo a nessuno! 😛

Tra i tantissimi pescherecci dei marinai, gli yacht e i motoscafi privati ormeggiati ai pontili che ondeggiano nell’acqua, ecco spuntare qualcosa di particolare: è la Delphin, il veliero della II Guerra Mondiale che da un po’ di tempo si culla nel nostro porto permettendo a qualsiasi curioso di salire a bordo per una visita!

Se hai bisogno che il tuo sguardo si perda nelle superfici d’acqua scintillanti e le tue narici si riempiano di quell’inconfondibile odore di mare… ti aspetto per una passeggiata sul porto! 😉

 

Come raggiungere il Porto Turistico

Salva

2 Commenti
  • Complimenti per l’eccellente lavoro di promozione che stai facendo, la tua passione emerge tantissimo. Sono davvero belli quei mosaici! Un saluto 🙂

    febbraio 2, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.