Sichegaita ricevette Cetraro come regalo di nozze dal marito normanno Roberto d’Altavilla (detto il Guiscardo, Duca di Puglia e Calabria e Signore di Sicilia. E la bella Sikelgaita nel 1086 a sua volta la donò con usufrutto all’abate Desiderio IV Epifanio di Montecassino, per ringraziarlo di aver facilitato la riconciliazione avvenuta a Melfi (Basilicata) tra i Normanni (che volevano legittimare le proprie posizioni) e la Chiesa (che voleva far valere i suoi diritti nella lotta per le investiture episcopali). Il Guiscardo era diventato duca di Puglia e Calabria e Signore di Sicilia proprio a seguito del trattato di Melfi, grazie alla nomina conferitagli da papa Niccolò II.

Non ci sono commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

error: Il contenuto è protetto 😉